Fondazione dell’Ordine degli architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Iscriviti alla newsletter

/ statuto

articolo 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23

Statuto della "Fondazione dell’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano"

Modifiche statutarie approvate con Decreto della Regione Lombardia n.817 del 20/10/2017

Articolo 4

Attività della Fondazione


1. La Fondazione, nel perseguire gli scopi di cui all'articolo 2, può svolgere a favore e per conto dell'Ordine le seguenti attività:

  • promuovere e realizzare progetti, azioni, iniziative culturali e editoriali (scritte, audiovisive e di tipo informatico, con l'esclusione di giornali quoti diani) rivolte anche ad un pubblico non specialistico, allo scopo di ampliare il confronto sui temi dell'architettura e diffondere la consapevolezza del ruolo professionale dell'architetto nella società;
  • istituire corsi di perfezionamento ed aggiornamento della professione e di orientamento alla stessa anche avvalendosi di consulenti e docenti esterni;
  • sostenere l'attività di ricerca tecnico scientifica nelle materie oggetto della professione di architetto anche tramite convegni, riunioni, mostre o seminari di studio;
  • sostenere l'attività dell'Ordine nel campo dell'architettura e dell'urbanistica, tramite l'incentivazione e il finanziamento dei programmi scientifici documentati che il Consiglio dell'Ordine propone di realizzare, anche mettendo a disposizione know-how necessario per accedere ai fondi di finanziamento dell'Unione Europea, nazionali o internazionali;
  • promuovere e provvedere alla tutela e alla conservazione degli archivi e del materiale di architetti di interesse storico, culturale e documentario non sottoposti a tutela ai sensi della Parte II del Codice dei beni culturali e del paesaggio;
  • istituire, promuovere, sovvenzionare borse di studio e premi nelle materie di competenza della professione di architetto da assegnare a persone meritevoli tenuto conto di uno o più dei seguenti requisiti: titoli scolastici posseduti, titoli scientifici acquisiti, lavoro di ricerca già svolto o da svolgere, condizione economica dei candidati. Lo stanziamento delle borse di studio e dei premi è reso noto attraverso la predisposizione di bandi adeguatamente pubblicizzati. Le modalità e le condizioni di partecipazione alle selezioni, nonché i criteri e le modalità di giudizio per l'assegnazione delle borse e dei premi sono determinate, nel rispetto dei principi del presente Statuto, da un apposito regolamento predisposto dal Consiglio di amministrazione;
  • promuovere e sostenere i concorsi di architettura e urbanistica, anche avvalendosi di piattaforme digitali per una maggiore partecipazione e trasparenza alla selezione delle migliori idee progettuali;
  • fornire adeguato sostegno organizzativo e divulgativo alle iniziative sopra indicate e ad ogni altra iniziativa compatibile con le finalità della Fondazione.




>> scarica lo statuto completo.PDF